• incrementa grandezza carattere
  • Default font size
  • Riduci grandezza carattere
Banner
Banner

Mercoledì 08 Ottobre 2014 00:00

Le pagelle di Cantarutti

Scritto da  redazione
Le pagelle di Cantarutti

Zanini 7,5: dopo aver deciso ad inizio settembre di togliersi finalmente di dosso il giubbotto antiproiettile da 15 Kili che si portava appresso anche in campo, sfodera la terza prestazione coi fiocchi di questo inizio di stagione. Teme di morire d’infarto a metà secondo tempo ma la sua nuova versione da Superman delle aree di rigore gli fa stringere i denti e scacciare l’incubo del Cardiologo. Incolpevole sul gol con due superbe parate nel primo tempo mette le basi alla vittoria della OP.

Staffieri 6: il Mister: “Stappio ti raccomando, quando batti le rimesse laterali niente saltello che poi l’arbitro la fa ripetere e perdiamo palla” dopo dieci minuti dall’inizio della partita prima rimessa laterale di Paolino e primo saltello, rimessa da ripetere e fobal consegnato agli avversari a tre metri dall’area. Il pendolino della Odiopiccolo sciorina comunque una delle migliori prestazioni degli ultimi mesi, un voto in meno per un velato calcetto di reazione ad un avversario dopo una brutta entrata subita che gli costa l’espulsione proprio alla fine della partita… il voto in meno però è per l’entità del calcetto… DAGA NA PESADA EN DEL CUL NO!!!

Mencattelli 6,5: solita sicurezza di uno dei due pilastri centrali della difesa; come al solito spazza tutto quello che gli passa nelle vicinanze: palloni, avversari, compagni, moschini, brutti pensieri. Non si capisce cosa faccia in sortita solitaria verso l’area avversaria a due minuti dalla fine invece di stare dalle sue parti a difendere il vantaggio. Mezzo punto in meno per essere finito a pelle d’orso sul gol del pareggio… ma non era il suo uomo… dice.

Maifredi 6,5: da quando è padre non solo ha preso qualche kilo in più ma anche qualche anno… sembra passato dai 30 ai 40 nel giro di 12 mesi. Se la cava comunque con esperienza e senso tattico innato, da manuale un suo stop su rilancio di Zanini che finisce… in calcio d’angolo.

G(i)oi 7: l’uomo dal passo felpato, il nostro Puma, gioca con la tranquillità dei grandi, non sbaglia un pallone, si districa con nonchalance anche nelle situazioni più intricate, prestazione maiuscola. State però tranquilli, tutte le “sbùsade” di cui è capace il nostro Marco arriveranno sicure e numerose dalla prossima partita.

Da metà circa del secondo tempo Kinan 6,5: si mette in fascia sinistra e non passa più nessuno, un muro umano… dal suo lato si odono grida e stridor di denti; emblematica la scena all’ultimo minuto con due avversari fuori dal campo a farsi curare proprio dalle sue parti.

Mannatrizio 6: è l’uomo che ha in assoluto il colpo di testa a più lungo raggio che si sia mai visto sui campi amatoriali; i nostri attaccanti non hanno nemmeno il tempo di rientrare dal fuorigioco sui rinvii avversari che la catapulta montata sulla testa del nostro gli spedisce palloni imprendibili e facile preda di difensori e portiere. Gioca metronomo di centrocampo e l’opera gli riesce a metà. Alterna buone giocate e preziose chiusure a qualche eccessivo leziosismo come l’autoincartamento che genera l’azione del loro pareggio. Esce dal campo sostituito correndo a perdifiato verso la panchina segno evidente che aveva esaurito l’ossigeno anche nel cervello.

Da metà secondo tempo Correzzola 7: Canjino danza sul campo, fa sparire il pallone dai radar avversari direttore d’orchestra d’altra categoria ed il tutto senza una gamba diventata dura da ormai un paio di settimane. Guarda gli avversari con un ghigno da Joker che tradotto in parole suona più o meno: “A VOALTER VA FO EDER ME COME SA SUGA A BALU’ EN SE NA GAMBA SULA”.

Guarneri 7: cosa dire di Guarneri, gioca le prime tre partite della stagione in tre ruoli diversi e risulta sempre fondamentale; rompe pure poco il cazzo ai compagni. Gli anni passano e lui migliora, testa, corsa, grinta… e alla fine della partita le quattro fighette allo stadio son tutte da lui.

Passaro 6: risicato… lotta corre ma non è ancora in condizione e quando comincia ad arrancare son cazzi amari perché sbaglia un po’ di passaggi, non sempre è in posizione corretta per contrastare gli avversari e soprattutto a gambe ferme comincia a far girare la lingua ed il suo obiettivo preferito è spesso la giacchetta che una volta era solo nera… mica ha torto a mandarli affanculo è che purtroppo comandano loro. Questa volta se la cava solo con un’ammonizione perché il cambio era già pronto e l’uscita dal campo gli impedisce di proseguire il suo monologo infamante.

Da un po’ più della metà del secondo tempo Ragnoli 7: Bisognerebbe dargli otto per il suo abbigliamento sportivo che riesce sempre a creare visibilio fra i compagni di squadra… braghe del pigiama e giacchetta della tutta anni ottanta grigio metallizzato appartenuta in passato ad uno dei componenti dei Rockets. Delirio. Ma siccome l’abbigliamento oltre a non fare il monaco non fa nemmeno media, ci limitiamo ad un sette pieno per il merito di aver fatto il gol che chiude la partita, tocco felpato da buitre su assist meraviglioso di Checco, gol che fa impazzire i fan del Ragnoli, in pratica tutti i presenti (avversari ed arbitro compresi).

Piccolo 7: sarà il nuovo corso di Pilates in cui sembra che una sessantenne gli stia facendo un filo spietato, sarà la preparazione atletica iniziata in pratica lo scorso campionato, sarà il pubblico numeroso che lo chiama a gran voce fatto sta che il ds, number ten, el giuga bè; sfiora il gol in un paio di occasioni e soprattutto regala al pubblico presente giocate d’alta scuola e dribbling ubriacanti. Si narra che il suo marcatore, ancora disorientato, abbia faticato a ritrovar la via di casa.

Tempini 7: pronti via e prende una traversa con tiro ciclonico dai venti metri a portiere battuto; per il resto della partita si sbatte come d’abitudine, cerca dialoghi probabili ed improbabili con compagni ed avversari, corre, dribbla, sgomita, sgomma ed esce dal campo nemmeno sudato… se la sua azienda non lo spedirà troppo spesso ai quattro lati del mondo ci darà tante soddisfazioni.

Martegani 8: inizia la partita prendendosi un “INCULATI” in mondovisione dal Mister per non si sa quale preciso motivo. In altri tempi il nostro si sarebbe tolto la fascetta dai capelli, avrebbe mandato tutti serenamente a cagare e se ne sarebbe uscito dal campo.  Ma Checco oggi è cresciuto, s’è sposato, è maturato… e allora cosa fa? Connette i coglioni che gli stanno girando ad elica ai suoi graziosi piedini e comincia: Punizione tiro GOL, Punizione tiro TRAVERSA, Punizione Tiro GOL, assist con palla davanti al portiere per Riki GOL. In mezzo tanta tanta altra roba, fino quasi a stramazzare al suolo per la stanchezza. Diga chi… conservati al meglio Checcone.

Da quasi la fine della partita PRISCO 6: Miki fa il suo esordio nel campionato amatori UISP, entra in campo ed al primo pallone che gli si avvicina nei pressi della nostra area si comporta come se la cosa non lo riguardasse… passata l’emozione dell’esordio, prende le misure della situazione e da lì non sbaglia più nulla mettendo anche lui il suo tassello alla prima importante vittoria della OP in questa stagione 2014-2015.

Cantarutti

Trovaci su Google+
ODIO PICCOLO
Powered by Web Agency
Powered by Web Agency

Video collegati

Powered by Web Agency
Le pagelle di Cantarutti odiopiccolo production

Aggiungi commento

Lo staff di OP si impegnerà ad analizzare il contenuto del commento e a cancellare eventuali commenti ritenuti sconvenienti. Evitiate quindi espressioni volgari o offensive.
Se per qualche motivo vi ritenete offesi scrivete a info@odiopiccolo.com indicando il commento e la motivazione.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner


odiopiccolo su facebook odiopiccolo su twitter odiopiccolo su youtube odiopiccolo su tumblr odiopiccolo su pinterest

Odiopiccolo Channel TV

Notizie e immagini sulla squadra Odiopiccolo FC - serie A Usip Brescia 2013/2014
serie A Uisp Brescia 2014/2015
calendario serie A Uisp Brescia 2014/2015
Forum del campionato serie A Uisp di Brescia
Pizzeria La Mentuccia stagione serie A Uisp Brescia 2012/2013

CLASSIFICA SERIE A UISP 2014/15

  MP
Camuna2672
Park Hotel2548
Rudiano2446
Kartel2542
Cazzago2640
Rezzato2539
Gianico2634
Moniga2433
ODIOPICCOLO2533
10 Ttravagliato2533
11 Luxenergia2628
12 Flero2520
13 Calcinatello2614
14 Giacomo2612