• incrementa grandezza carattere
  • Default font size
  • Riduci grandezza carattere
Banner
Banner

Sabato 17 Novembre 2012 10:14

Stavo pensando a quelli che applaudono quando atterra l'aereo.

Scritto da  Davide Fabbian

Niente. Che mi guardano male, per strada, sarà che sembro un tossico o per la barba o per la cuffia sempre in testa. Sarà che giro a piedi e cammino come i matti. Poi da quando mi sono massacrato la spalla gli sguardi si dividono da la compassione e lo stupore. Sono vittima del razzismo che quasi gli stranieri guardano male me. Ma cosa succede? Ah niente, tra le vie dello sfarzo anni ottanta e finta borghesia di signori di età media con automobili tedesche di alta cilindrata, io cammino, cammino duro. Ma secondo me il problema è che tengo la musica troppo alta nelle cuffie, solo che a me piace sentirla bene. Cosa vuoi che ti dica. E mica mi lamento, mi chiedo solo dove siano finiti i tossici veri, i fattoni per le strade ed i personaggi poco raccomandabili che tanto mi danno sicurezza e fanno sentire come se fossi a casa. Deluso da queste assenze, avanzo a passi sinceri, e lì in fondo a via cremona, eccolo: fatto sfatto disperato, ma quanto bello sei. Mi sfarfuglia qualcosa facendo molta attenzione a non rovesciare la sua birra da sessantasei in vetro scuro. Capisco tessera sanitaria. Certo le paine alla macchinetta. Si sincera anche della mia spalla intanto che cerco la tessera. Finalmente mi sono sentito a casa. Finalmente mi sono sentito a Brescia.

Powered by Web Agency
Powered by Web Agency

Commenti   

 
-4 # giampa 2012-11-17 14:09
Bravo, bell'articolo.
Breve, snello e di impatto.

Sei single? Edna avrebbe tanto bisogno
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+3 # Alberto Banzola 2012-11-19 09:44
Bella la citazione degli afterhours,cari no in generale il tutto. Poi vabbè, cosa vuoi che ti dica Davide: la gente parlano, perché la genta abbisognano di riempirsi la bocca. Di poter pontificare. Di salire sul pulpito e poter criticare. Sennò guai. La coscienza rimane sporca. Invece no. Laviamola, con la critica feroce, con il qualunquismo. Pensa se la gente passassero davanti alla torre un sabato qualsiasi alle 20,30 circa (se sei vittorio spunghi, alle 20,45 se sei alberto banzola ed hai pregato spunghi di essere in orario.): che ritrovo di tossici! Nullafacenti! Ahhhhh la gente…
Ps: sai che in aereo si applaude molto meno oggi?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 
 
+2 # alessandro 2012-11-19 15:09
Preferivo pestarla

velocità costante
giro gli occhi
cammino
come sempre pochi sguardi pochi saluti
è un mondo saturo di non rispetto
troppi stronzi e sempre meno nebbia…
peccato.

mi accorgo che anche l’autunno non ci aiuta più
dove la nebbia celava
nascondeva come un rifugio la merda
una volta la pestavi e quasi non te ne accorgevi
sentivi il tanfo dopo alcuni metri
ora invece
la vedi
la incroci
a testa bassa sempre di corsa
grigia e noiosa
sempre incazzosa con tutto e con tutti..

peccato.
c’è poco rispetto
preferivo pestarla
ora mi tocca guardarla e..
schivarla.

[aez]
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
 

Aggiungi commento

Lo staff di OP si impegnerà ad analizzare il contenuto del commento e a cancellare eventuali commenti ritenuti sconvenienti. Evitiate quindi espressioni volgari o offensive.
Se per qualche motivo vi ritenete offesi scrivete a info@odiopiccolo.com indicando il commento e la motivazione.


Codice di sicurezza
Aggiorna

SUPERCLASSIFICA



odiopiccolo su facebook odiopiccolo su twitter odiopiccolo su youtube odiopiccolo su tumblr odiopiccolo su pinterest




PHOTOGRAPHER
Paolo Pastore