Brescia-Salernitana 2-2

0

Che strana atmosfera si respira allo stadio. Sarà per l’esordio di Odipiccolo in tribuna stampa in serie B, sarà perché è la prima casalinga, sarà per il gemellaggio tra le tifoserie (senza falsa retorica: ma che bello fosse così più spesso!), fatto sta che varcando i cancelli del Rigamonti per Brescia-Salernitana sono tornato a respirare un’aria che non respiravo da una vita. Avete presente l’emozione che si ha da gnari, a una delle prime partite a cui assisti ? Ecco, qualcosa del genere. Tralasciamo il prepartita in cui chiunque ha profetizzato la medesima cosa passando accanto a me e a DJ Joao: “Se resistiamo i primi 10’ un pari lo portiamo a casa”. Diciamocelo, l’esordio di Cesena, o meglio i primi 5’ del Manuzzi, hanno lasciato degli strascichi mentali pesanti tra i supporters biancoazzurri: pessimismo e fastidio. L’azione con cui al sesto ci mangiamo non 1 ma 2 gol, rinfranca. E’ in crescita la squadra di Boscaglia, e non dispiace per nulla. Morosini è il suo faro ispiratore, quello che nel basket chiamerebbero il go-to-guy, ossia colui a cui affidarsi quando c’è da andare fino in fondo. Kupisz mostra un carattere non indifferente. La maggiore esperienza dei campani emerge col passare del tempo: il Brescia si allunga generosamente, senza tirare mai però in porta: alla mezzora alziamo le barricate e evitiamo quello che potrebbe essere il tracollo. Leo la mascotte cammina nervosamente a bordo campo, mentre Morosini al 35’ (prima conclusione) fa esplodere il destro su imbeccata di Embalo (che continua a spingere a sinistra): Strakosha blocca a terra. Al 44’, dopo una leggera supremazia ospite, arriva la doccia fredda: sul quarto corner dei granata spunta Schiavi, l’ex di turno. Rischiamo il tracollo vero e proprio 1 minuto dopo: Sciaudone spara di poco alto. All’imbocco degli spogliatoi dopo 1’ di recupero il parziale è Brescia 0- Salernitana 1

Si riprende dopo l’intervallo con i medesimi schieramenti. Mazzitelli dopo un primo tempo da parolacce a denti stretti raccoglie una punizione con tanto di cartellino giallo avversario: la botta termina a lato. Segnali di vita: il Brescia fa la partita Morosini costringe Strakosha agli straordinari e sul successivo corner arrivano le botte di Martinelli e Mazzitelli. Il Rigamonti si accende: Kupisz arriva da destra in area sul filtrante: la sua conclusione finisce alta di poco; i primi 8’ della ripresa fanno ben sperare. Ovviamente ci apriamo alle ripartenze dei granata: Coda scatta sul filo dell’offside e veniamo graziati da una mira non perfetta. Dai e dai arriva l’azione giusta: Coly si invola sulla sinistra, salta anche Embalo a cui non da il pallone entra in area e da palla indietro per l’accorrente Morosini. Strakosha la tocca, ma la palla finisce nell’angolino basso. Brescia 1- Salernitana 1. Primo cambio ospite: fuori Troianiello, dentro Coda mentre Castellini porta a casa il primo giallo della partita contro il Brescia. Embalo vuole dimostrare di non essere da meno di Coly e Mazzitelli: scatta dalla propria trequarti e arriva in quella ospite: Moro lo stende, giallo. E’ il secondo, Salernitana in 10. La nord espone uno striscione in memoria di Roberto Bani, esponente della tifoseria biancoazzurra che a Salerno, a seguito di una caduta sui gradoni dell’Arechi, salutò la vita. Fuori Donnarumma, dentro Rossi: Torrente cerca di rinforzare la propria squadra mentre Embalo esagera nell’azione più importante: cambio per lui e Martinelli al 24’ e dentro entra Rosso assieme a Dall’Oglio. Le barricate sono adesso per le maglia granata: Morosini quando si accende è inarrestabile, Torrente vuole stare tranquillo e mette dentro Bovo per Sciaudone. Rosso stoppa sull’out di destra ed entra in area: il suo destro a giro al 29’ si perde sui cartelloni sotto la nord. Che incita, senza un secondo di pausa:Dall’Olio ruba un corner al 34’ sugli sviluppi Morosini ruba il tempo a tutti, portando il Brescia in vantaggio. Brescia 2 – Salernitana 1. L’autore della doppietta accusa però i crampi ma non lascia il campo: entra Abate per Mazzitelli (sfinito), mentre allo spagnolo Geijo prende un giallo (discutibile). La Salernitana però non è ancora battuta: ruba palla al Brescia e Gabbioneta si invola infilando Minelli in disperata uscita. Minuti finali: Geijo – negativo oggi- fa il solletico a Strakosha, mentre Coly dal limite fa sospirare la rete, quella di protezione dietro alla porta ospite. Ultimi giri di lancette al rigamonti: Dall’Olio al 91’ coglie un palo che ancora adesso sta vibrando. 4’ di recupero, Brescia strenuamente nella metà campo ospite ma non succede nulla. Il finale dal rigamonti racconta di un pareggio, 2-2, giusto anche se ai punti le rondinelle avrebbero meritato qual cosina di più.

 

About author

Alberto Banzola

Il direttore di odiopiccolo è Alberto Banzola, giornalista pubblicista BIOGRAFIA: Giornalista pubblicista dal 2009 (solo per una mera questione di pigrizia) ha cominciato per gioco nel 1998, assecondando un desiderio che aveva fin da bambino: fare il giornalista sportivo, anzi scrivere sulla gazzetta dello sport, che sfogliava voracissimo alla ricerca di notizie su Zoratto,Gritti ed Aliboni, sui idoli di infanzia. Un percorso molto articolato unito al suo mestiere di “commesso viaggiatore” a livello internazionale che lo ha portato un po’ ovunque nel mondo ampliando la sua visione del medesimo: bresciano imberbe (ai tempi) che ogni volta che tornava a casa si sentiva più spaesato in piazzale Arnaldo che ad Hong Kong. COMUNICAZIONE: La Mec-mor Srl (Gruppo Lonati) dopo avergli affidato tutto il sud-est asiatico a livello commericale, pensa bene che il marketing aziendale possa essere il suo secondo pane quotidiano (1999): immagine aziendale, fiere e comunicazione si accodano alle vendite delle macchine circolari da maglieria. Sia in Spazio Italia (Gruppo Faac) che in Stagnoli (aziende dove ha operato dal 2002 al 2008) ha curato il contenuto dei siti internet e la traduzione degli stessi in inglese e spagnolo. GIORNALISMO ED EDITORIA: Televisione: Collaborazioni sportive con Number one Network (calcio, tennis e squash tra il 2007 ed il 2009); conduzione di "Diretta basket", il “tutto il basket minuto per minuto” della serie A dilettanti su Sportitalia (2009); collaboratore dal 2004 per il basket di Brescia punto tv (servizi sulle partite di Iseo, Lumezzane ed oggi Brescia). Dal 2011 cura anche le telecronache del Basket Brescia in A2; conduzione assieme a Fabio Tavelli (Sky) di tuttobasket (1998), magazine settimanale dedicato al basket minore bresciano in onda su Teletutto. Carta stampata: Corrispondente per il basket a Brescia della Gazzetta dello Sport dal 2011; collaboratore del Bresciaoggi dal 2006 per cui ha seguito Iseo e Lumezzane, ed oggi segue attivamente il Basket Brescia Leonessa in tutta Italia, isole comprese; collaborazioni con diverse agenzie di stampa nazionali. Radio: Radiocronache del basket Brescia per Radio Voce (2010-2012); collaborazioni con emittenti locali per partite basket in territorio bresciano; radiocronache delle gare di Lumezzane (serie b d'eccellenza – 2004/2006) ed Iseo (serie B2 2004/2006) e una trasmissione settimanale dedicata al basket per Radio Montorfano; Radiocronache del Brescia calcio per Radio Montorfano (2006/7); Millemiglia per Radio Montorfano (2005). Internet: Collaborazione con il portale www.serieadilettanti.it (2008-2011); fondazione e direzione del portale www.cremonabasket.it (2003-2005); collaborazione con www.basketnet.it (1999-2002)

No comments

Ops... questo forse ti è scappato!

brescia carpi 2 a 2

Brescia Carpi 2 a 2

Dimenticare Empoli: questo l’imperativo delle rondinelle impegnate nell’anticipo del turno infrasettimanale al Rigamonti contro il Carpi del non amatissimo (da queste parti, e soprattutto in ...