Ciuffo, il Pavone del Rione.

1
Ciuffo il pavone

C’è un personaggio curioso che si aggira per un rione di Riva del Garda, affascinante località trentina.
Si chiama Ciuffo ed è un pavone.
Abbiamo incontrato Emma che da qualche anno insieme ad altri volontari si prende cura di Ciuffo e di tutta la sua famiglia.

Ciao Emma, prima di tutto grazie per averci dato la possibilità di conoscere questa storia affascinate e unica.
Da quanto tempo Ciuffo si aggira tra le case e i prati del tuo bellissimo rione?
“Ciuffo è arrivato da noi autonomamente circa tre anni fa, dopo aver esplorato i dintorni e i giardini della via si è stabilito in un bel giardino con una bella Olivaia.”

Sappiamo che Ciuffo non è solo e che nel tempo una vera e propria colonia di Pavoni si è insediata nel territorio.
“Dalla scorsa estate, nelle campagne vicine ci sono stati vari avvistamenti di gruppi di pavoni che vivono liberi.”

Quali sono le sue abitudini? Che cosa fa durante le sue giornate?
“Ciuffo trascorre le giornate nel giardino della signora Ada, verso sera si trasferisce nel giardino della signora Marinella, durante il giorno passeggia sulla via, a volte entra anche nelle case, nelle cucine e nelle cantine delle persone, nel tempo si è molto addomesticato, sembra quasi un pavone-gatto…
Verso le 17.30 si trasferisce su di un pino, sempre lo stesso albero, sempre lo stesso ramo, dove trascorre la notte. La mattina fa un giretto sui tetti della via, per poi passeggiare sulla strada. È molto abitudinario.

Ciuffo ha stretto una forte amicizia con la nostra micia, stanno insieme tutto i giorno, sempre un po’ distanti ma non troppo. E quando Ciuffo si ritira sul ramo verso le 17.30, anche lei torna a casa. Un’amicizia incredibile.

Fra un po’ si trasferirà nella residenza estiva, cioè il tetto della casa della signora Grazia, e lì resterà fino a novembre circa.”

Ciò che più affascina di questo uccello (Ciuffo è un pavone comune o pavone blu, maschio, appartenente alla famiglia dei Fasianidi) è sicuramente la sua celebre coda dotata di colori sgargianti. Presumo sia diventato una vera e propria attrazione.
“Molte persone, molti bambini con i nonni vengono periodicamente a fargli vista, c’è un allegro viavai di visitatori.”

Che cosa mangia Ciuffo?
“Ciuffo mangia verdura, semi, cibo che tutti gli abitanti della via gli offrono e soprattutto quello che offre Madre Natura.”

Qual è il suo approccio nei tuoi confronti e nei confronti delle persone che si prendono cura di lui? È aggressivo o docile?
“Nei primi tempi era molto schivo, non è mai stato sino ad ora aggressivo. Ora si è molto addomesticato e si avvicina alle persone che conosce bene.”

Sappiamo che hai creato una pagina instagram interamente a lui dedicata e addirittura anche una linea di magliette. Ce ne puoi parlare?
“Tutto nasce per puro divertimento e dalla mia passione per il disegno, non ho particolari doti ma il mio disegno è solo un momento di relax che mi concedo.
La pagina instagram si chiama ciuffopavone il link per acquistare le magliette si trova nella bio della stessa pagina. Il ricavato della vendita sarà destinato unicamente al sostentamento di Ciuffo.”

Emma ci informa che una signora simpatizzante sta scrivendo una fiaba per bambini su Ciuffo, dove racconta le vicende del nostro amico che osserva gli umani in questo particolare periodo che stiamo vivendo… fra qualche giorno dovrebbe essere disponibile.
Per informazioni scrivete a info@odiopiccolo.com.

 

About author

1 comment

Post a new comment

Ops... questo forse ti è scappato!

IL MIO BRESCIA, IL MIO CUORE

IL MIO BRESCIA, IL MIO CUORE

Non basterebbe un capitolo, od un libro per descrivere quello che il Brescia Calcio è stato per me gli ultimi 36 anni della mia fortunata ...