PAGELLARDO BRESCIA – VIRTUS ENTELLA

0
Brescia Entella 2-0 le squadre schierate a centrocampo

BRESCIA:

Stefano Minelli 7: Non potevamo non premiarlo con questo voto, se il Brescia ha portato a casa i tre punti è anche, soprattutto merito suo. Il classe 94 è protagonista di due incredibili parate, una al 28 pt su un tiro ravvicinato di Troiano, la seconda invece due minuti più tardi sul colpo di testa di Ceccarelli sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Insomma c’è un nuovo supereroe in città. MARVEL

Lorenzo Venuti 6,5: Questa sera il numero 2 ritrova la maglia da titolare e ripaga al meglio Boscaglia con una grande prestazione. Nel primo tempo è il più pericoloso dei suoi nonostante sia un terzino, a tratti incontenibile, spinge tantissimo e arriva sempre a mettere palloni molto interessanti in area di rigore. Se non ci credete chiedete a Embalo, due i cross per il giocatore di Bissau, una traversa e un goal. GAZZELLA

Arturo Calabresi 6,5: Ritorna nel suo ruolo originario, il centrale difensivo, diciamo che si vede eccome. Si prende in groppa tutto il pacchetto difensivo delle rondinelle e non sbaglia praticamente nulla, al 31 del secondo tempo si traveste da Bolt e insegue Di Carmine lanciato a rete fermandolo con un grande intervento. RE ARTÚ

Edoardo Lancini 6,5: Gli elogi vanno fatti anche al numero 6, autore di una partita molto positiva con il suo compagno di reparto Calabresi. Forse lui ha il compito più difficile, ovvero vedersela con Caputo che è molto più rapido, almeno sulla carta visto che in campo il centrale vince praticamente tutti i duelli manco fosse Rocky Balboa. SARACINESCA

Paolo Castellini 7.5: Nell’ultima partita giocata al Rigamonti, non fu sicuramente premiato come migliore in campo, stasera la musica cambia. Il numero 33 deve fare meglio di Coly e il compito non è proibitivo, anzi, è il migliore tra i suoi compagni. Partita maiuscola in fase difensiva dove più volte salva i Bresciani dal goal, uno dei suoi interventi perfetti è quello al 41 pt dove si immola su un tiro di Troiano a botta sicura. Spinge poco sulla fascia sinistra ma almeno in difesa dalle sue parti non si passa. SONO FUORI DAL TUNNEL

Luca Mazzitelli 6,5: Il playboy di Boscaglia non delude quasi mai, almeno per quanto riguarda il campo da gioco. Tutte le azioni del Brescia passano dai suoi piedi, dopo un primo tempo al di sotto delle aspettative, il numero 8 si sveglia nella ripresa e inizia a macinare spettacolo. Al 17 st è protagonista di una giocata da capogiro finita poi sul fondo, mentre al 41 st chiude la partita con un calcio di punizione dal limite, complice a dir poco però il portiere avversario. Dopo il goal ha deciso di puntare tutte le ragazze presenti allo stadio. CASANOVA

Alessandro Martinelli 6,5: Se Mazzitelli ha il compito di impostare, il numero 28 ha il dovere di recuperare più palloni possibili e non far respirare Sestu e Cutulo. Il centrale di centrocampo si comporta meglio di Tom Cruise in “Mission Impossible” e interpreta le parole di Boscaglia nel miglior modo possibile. SCIPPATORE

Tomasz Kupisz 6: Il peggiore per quanto riguarda il Brescia, sembra aver perso la lucidità e la freschezza di una volta. Il Polacco corre tantissimo favorendo le sovrapposizioni di Venuti ma Boscaglia vuole che punti l’uomo e lo salti, mentre l’unica cosa che punta Kupisz è una bionda in Curva Nord. CACCIATORE

Alexandre Geijo 6,5: Viene posizionato in un ruolo non suo, la seconda punta. I risultati alla fine non sono poi male, lo Spagnolo raccoglie tutte le sponde di Caracciolo e fa salire continuamente la
squadra giocando poi con gli esterni. Dipinge trame offensive come un vero e proprio pittore. Esce al 44 st tra gli applausi della folla di fede Bresciana. PABLO PICASSO

Carlos Embalo 7: Il giocatore Africano è in serata e lo si vede subito al 3 pt quando svetta di testa e colpisce la traversa a Iacobucci battuto. A dieci minuti dalla fine del primo tempo decide di bucare gli avversari come solo lui sa fare, cross di Venuti dalla destra e piattone a incrociare dalla sinistra, vantaggio rondinelle. Nel secondo tempo sparisce dai radar, ma quando viene chiamato in causa riesce sempre a sfondare. CONTRACCETTIVO?

Andrea Caracciolo 6,5: Il capitano della squadra di casa deve riprendere a volare facendo vedere ai suoi compagni di squadra in che modo. Al 33 pt ci prova con un bellissimo colpo di testa che Iacobucci devia miracolosamente in angolo. Gioca come al solito una grande partita di sacrificio, favorendo gli uomini in maglia blu con le sue sponde. Esce stanchissimo al 24 st al posto di Salifu. EVEREST

Amidu Salifu 6: Entra al posto di Caracciolo al 24 st per dare man forte in fase difensiva alla squadra. Boscaglia confida nella sua rapidità per le ripartenze e il numero 17 dieci minuti più tardi prova subito ad accendersi con una conclusione dal limite che termina fuori. Buona gara per il ventiquattrenne. ASSO NELLA MANICA

Davide Marsura S.V.
Giovanni Abate S.V.

All. Roberto Boscaglia: Come un mago stupisce tutti inserendo dal primo minuto Geijo e Caracciolo, mossa azzeccata guardando il risultato e il gioco. Finalmente si accorge che Coly ha la testa da qualche altra parte oltre ad avere dei piedi discutibili, quindi sposta Castellini terzino sinistro e il risultato è ottimo. La vittoria di stasera è fondamentale per la lotta ai Playoff e per dare più serenità a tutto l’ambiente. HARRY POTTER

Virtus Entella:

Alessandro Iacobucci 4,5: Non sappiamo se è ancora tra noi, il motivo è semplicissimo. Dopo una buona partita il numero 22 decide di chiudere il match commettendo una papera gigantesca sulla punizione di Mazzitelli al 41 st. Incolpevole sul goal dell’1-0 di Embalo, il portiere della squadra Ligure non deve impegnarsi molto, ma sul più bello alza bandiera bianca. CHI SI ARRENDE È PERDUTO

Simone Iacoponi 4,5: Partita anonima la sua. Non sale mai a dare il suo contributo alla squadra in fase offensiva, in quella difensiva è ancora peggio, Embalo decide a fine partita di fargli recapitare a casa una scatola di Moment. GIRO GIRO TONDO

Luca Ceccarelli 5,5: Partita difficilissima per il centrale vice capitano della Virtus Entella. Gli avversari da marcare sono due, Caracciolo e Geijo, non di certo nani da giardino. Il numero 5 non prende una palla alta per tutti i novanta minuti, e come se non bastasse si fa anche ammonire per proteste, saltando quindi il prossimo incontro. INGENUO

Michele Pellizzer 6: Del pacchetto difensivo è l’unico a salvarsi. La sensazione è che senza di lui stasera non sarebbe finita due a zero, ma qualcosa di più. Oltre a difendere riesce anche a impostare quando i suoi centrocampisti non vengono lasciati liberi, al 15 pt svetta su corner e sfiora la traversa trovando quasi il goal del vantaggio. PROVVIDENZIALE

Cheick Keita 5: Il cognome riporta alla mente dei buonissimi giocatori che militano nella massima serie, diciamo che lui non è ancora pronto se vogliamo essere buoni. Ci mette tanto impegno e questo è fuori discussione, però la partita di stasera lascia un grosso punto interrogativo per il numero 3 considerato di grande prospettiva. Aglietti avrà da lavorare non poco insomma. CRESCI CHE POI RIPASSO

Simone Palermo 5: Nel centrocampo in maglia bianco celeste è l’uomo che stasera sfigura di più. Assieme a Troiano ha le chiavi della squadra e infatti il due a zero finale rispecchia la partita del numero 11, negativa. Oltre a non impostare, si inserisce pochissimo e non aiuta Cutulo e Di Carmine ad aggirare la retroguardia Bresciana. Simone PalerNO

Michele Troiano 6,5: Il migliore tra i suoi compagni di squadra, per applicazione, impegno e sostanza. Il capitano è l’unico a cercare di imbastire qualche azione ragionata e a cercare la profondità, riesce anche ad andare vicinissimo al goal al 41 pt dove trova sul suo cammino un monumentale Castellini. RITENTA E SARAI FORTUNATO

Alessio Sestu 5,5: Il classe 83 mostra in campo tutta la sua esperienza. Cerca di contenere Embalo sulla sua fascia di competenza, ma quanto scopre che ha undici anni di meno, decide di dedicarsi solo alla fase offensiva cercando di trovare più volte da fuori area il goal. EVERGREEN

Aniello Cutulo 5,5: Il fantasista della squadra ospite non è nella sua migliore serata. La prima conclusione arriva al 41 pt dopo una bellissima azione corale, pallone che termina di un soffio alla destra di Minelli. Nella ripresa si occupa maggiormente di servire Caputo, quando potrebbe concludere passa il pallone e quando dovrebbe passare la sfera, calcia in malo modo. Tutto al contrario insomma. SOTTOSOPRA

Samuel Di Carmine 5: Una brutta partita per il 31 di Aglietti. Dopo aver schiacciato un pisolino per tutto il primo tempo, decide di impostare la sveglia al nono della ripresa dove per la prima e unica volta calcia verso la porta avversaria. PISOLO

Francesco Caputo 5,5: Il Bomber Entellese non ha grandi opportunità per mettersi in mostra. Come vi abbiamo fatto capire, la squadra ospite stasera aveva la testa al film su canale cinque “The best of me”. Il numero 9 deve crearsi le occasioni da solo e al 25 st si divora il pareggio dopo un rimpallo favorevole, sparando la sfera a pochi centimetri dal palo. DA SOLO CONTRO TUTTI

Lorenzo Staiti S.V.
Manuel Di Paola S.V.
Hector Lafuente Otin S.V.

All. Alfredo Aglietti: Dando un’occhiata ai risultati di questa sera e alle sconfitte di Novara e Spezia, dovrebbe mangiarsi le mani. La Virtus Entella si divora una grande occasione per andare ad occupare il sesto posto in classifica. La squadra non è mai in partita e nella seconda frazione i cambi non danno la freschezza e la lucidità che permettono la sterzata alla gara. PASSO INDIETRO

 

About author

No comments

Ops... questo forse ti è scappato!