PEGELLOZZO LEONESSA VS TORTONA

0
Brescia-Tortona

JUAN: ci tiene a far sapere alla platea che sua figlia dorme parecchio, quindi regala due prestazioni molto convincenti dal punto di vista psichiatrico e un pacco di pannolini usati a un tifoso in tribuna scelto a caso da Hollis. Con Juan e Marquinho in cabina di regia come minimo verrà fuori un capolavoro tipo “la soldatessa alla visita militare”. Edjuan Fenech, 7++

HOLLIS: dopo una gara 1 enciclopedica segna 16 punti nel primo quarto di gara 2, praticamente è come giocare a Monopoli contro uno che tira i dadi e piglia Parco della Vittoria e Viale dei Giardini in un colpo solo. Poi è chiaro che gli avversari lo vogliono menare. In due partite registra 51 punti con 20/31 dal campo, voci di corridoio dicono che a Casale entrerà in campo con le havaianas per rilassarsi, io non ci credo però oggi per sicurezza vado al palazzetto con un paio di Reebok Pump di scorta. MVP (Moss Viene Poi), 9+

MOSS: ormai il piano é chiaro. Parte pacato come il disegno di un bambino, casa sole prato ruscello, se la partita chiama lui gonfia il petto e diventa un bozzetto di Leonardo, semplice ma risoluto, e quando i canestri contano il Predator di via Bazoli si trasforma in un Caravaggio con la cornice incastonata di bombe a mano. Moss non si ferma, sennò ti stira, Moss si ammira. Stira e ammira, 9

CITTA: i suoi playoff finora sono un inno allo “scusa ma che cazzo mangi?” , prende botte dalla coppia di mancati piastrellisti Garri-Iannilli e le torna come solo un fabbro molisano senza battere ciglio, nel mentre io faccio tre rampe di scale e mi sale un ghigno da serial killer. Fortunatamente durante un time-out vede la foto profilo di Garri su instagram e si calma. Sedato, 8

MIRZA: bene con Trapani, mano rovente e scelte oculate, poi una lieve flessione balistica, ma vorrei vedere voi a giocare e contemporaneamente gestire il cartello delle autoradio originali Alfa per il nord Italia. In gara 2, vista l’importanza del match, Coach D. gli chiede di entrare in campo sobrio, lui patteggia in extremis per un fiasco di Amaro del Capo, ma lo smaltisce quando al San Filippo hanno già tolto la corrente. Bassa tensione, 6-

PASSERA: il miglior sostituto mai visto dopo la controfigura di Rocco Siffredi é in uno stato di grazia. Gli esterni di Tortona evidentemente lo sottovalutano, lui dopo aver punito dalla media scodella 13 assist in due partite contro i piemontesi e 15 al Bulli e Pupe con un Reggie Holmes in grande spolvero come sboccia-franciacorta. Cuvée prestige, 8

BUSH: dopo la serie con Trapani si è preso due giorni di meritato e totale riposo, durante i quali il mercato delle cornee geneticamente modificate ha registrato il peggior calo dopo la crisi di Wall Street del ’29. Davvero determinante con le sue iniziative in attacco, ma come prende i falli lui nemmeno Valentina Nappi nello spogliatoio dei Denver Broncos al Superbowl. Touch down, 8+

BRUTTINI: lunedì finisce il turno all’Alfa Acciai alle 20 e dopo tre quarti d’ora ha già spedito al mercato del bestiame di Rovato un polpaccio sotto sale di Iannilli. In gara 2 spezza le trame del gioco di Tortona come nemmeno Razzi al senato, ma non disdegna meravigliose zingarate offensive che per una volta lo portano in doppia cifra di punti anziché di crimini contro l’umanità. Noi abbiamo Davide Bruttini, 7+

TOTE‘: fortissimi segnali di crescita, alla sua schiacciata di gara 1 un signore vicino a me ha cambiato sesso per 5 minuti (auto-semicit.). La sensazione è che possa tenere il campo molti più minuti rispetto a qualche mese fa, anche se alla Spiller continua a ricevere cedrata Tassoni al posto della tanto agognata birra mista. Io speriamo che menabrea, 7

SPERONELLO: a fine gara 1 ha la grande chance di mettere la sua firma nei playoff della Leonessa, ma considerando che fino a poche ore prima chiedeva la mano a tutti quelli che non avevano il pomo d’Adamo é già bello che abbia tenuto in mano il pallone. L’amore non è bello se non è Speronello, 6

COACH D.: dopo le fatiche nel mare tempestoso di Trapani riprende saldamente in mano il timone del galeone più alcolizzato di tutti i tempi, conducendo la ciurma a due porti sicuri, anche se durante il serrato finale di gara 2 Papa Francesco gli revoca in diretta streaming battesimo, comunione e un ciondolo di padre Pio. Lui si difende dichiarando che stava semplicemente dicendo a suo zio che il nipote porta la donna nell’orto con il suo cane. Dopo la gara offre un metro di pizza a tutti perché si sente l’anima sporca. Chi è senza peccato scagli la prima metra, 9

Immagine di copertina da www.basketbrescialeonessa.it

 

About author

No comments

Ops... questo forse ti è scappato!

Archivio

Archivio

Niente, essendo io una tipa profondamente ironica ho deciso di scrivere il mio primo post qui sopra parlando del dolore, così mettiamo subito le cose ...