Un bresciano a Lanzarote. Quattro chiacchiere con Federico.

0

OP – Dove ti trovi, perché ti trovi lì e che fai di bello?
F – Vivo a Lanzarote da 12 anni ed ho un bar/ristorante sulla spiaggia, il Robinsons Beach Bar.

OP – Come è stato affrontato il discorso del corona Virus dalle tue parti?
F – A Lanzarote hanno messo tutti in quarantena e sembra che siano riusciti ad arginare la diffusione in maniera efficace, al momento i contagiati dovrebbero essere solo 3 (sarà vero???). In Indonesia la situazione è più confusa, il virus è arrivato da poco e gli indonesiani cominciano solo ora a prenderlo sul serio, per lo meno a Bali; a Sumbawa, dove son stato fino a qualche giorno fa, sembra che non ci facciano proprio caso.

OP – Come stai reagendo personalmente?
F – Personalmente sto cercando di essere il più razionale possibile, la situazione è complessa: ho dovuto gestire da qui la mia attività a Lanzarote e capire come muovermi qui in Indonesia. Cerco di pensare giorno per giorno perché le cose cambiano molto in fretta.

OP – Ti aspettavi che la tua città fosse tra le più colpite da questo Virus? Che cosa hai pensato in tal senso?
F – No, chiaramente non me lo aspettavo, ma credo che se c’è una città che può reagire prontamente e vincere la battaglia questa é Brescia! Dai Gnari!

OP – Brescia ti manca?
F – No per niente.

OP – Cosa ti manca di più della tua vita “bresciana”?
F – Del tipo di vita che facevo a Brescia assolutamente niente.

OP – Ogni quanto rientri da noi?
F – Due volte all’anno.

OP – Cosa trovi di cambiato maggiormente tra quando sei andata via e quando sei tornata l’ultima volta?
F – Il centro città è molto più vivo, hanno aperto tanti bar e ristoranti che hanno animato zone una volta morte.

OP – Rifaresti la tua scelta?
F – 1000 volte.

OP – Vista da fuori la vita in Italia è così negativa?
F – Per me si, poi ognuno fa le sue scelte e quello che va bene a me sicuramente non andrebbe bene ad un altro ma alcune cose neanche le noti se non vedi che ci sono altri stili e modelli di vita.

OP – Quando sei rientrato la prima volta a Brescia ed hai fatto – com’è normale che sia – un paragone con quello che stavi vivendo, cosa hai pensato??
F – La prima volta che torni secondo me non é la più significativa da quel punto di vista. La prima volta che torni sei ancora un po’ ancorato alla tua vita precedente. È quando torni dopo tanti anni che ti rendi conto realmente delle differenze tra la tua vita attuale e la tua vita precedente. Nel mio caso la bilancia propende a favore della vita attuale ma per qualcun altro potrebbe non essere così.

OP – Al netto della fine di questa pandemia, torneresti mai a vivere in Italia dopo il tuo percorso?
F – Mai.

OP – Perché?
F – Ormai non posso più stare lontano dall’oceano.

 

About author

No comments

Ops... questo forse ti è scappato!

Alexander Errol Zimmermann

Alexander Errol Zimmermann

Lo sbirro meticoloso, il vero terrore dei criminali, altro che Fantaman. Alexander Errol Zimmermann è un autentico spauracchio per tutti i manigoldi del pianeta. Non ...