• incrementa grandezza carattere
  • Default font size
  • Riduci grandezza carattere
Banner
Banner

Mercoledì 21 Maggio 2014 13:21

Mondiali 2014: scommesse sull'Italia e su Balotelli

Scritto da  Susanna Matteini

Mario Balotelli - speranza mondiale 2014
L'Italia del calcio si appresta ad intraprendere l'avventura brasiliana, carica di speranze e buoni propositi. Gli ostacoli sono numerosi, tanto quanto le pretendenti al titolo finale. Eppure, come da tradizione, nel cuore di ogni italiano il sogno di sollevare la quinta Coppa del mondo, in barba ai pronostici negativi, è più vivo che mai. Nessuno scommetterebbe sull'Italia, anche se qualsiasi squadra avrebbe timore ad affrontarla. Complice una storia di successi, fatta di gioco difensivo ed imprevedibilità. Proprio il fattore sorpresa potrebbe rivelarsi la carta giusta da giocare, e gli scommettitori lo sanno bene. I bookmaker online impazzano sul web, e c'è chi è pronto a puntare tutto sulla sua squadra del cuore, pur di avere una doppia soddisfazione. Rispetto al passato i tempi sono cambiati e, per effettuare la propria giocata, non è più necessario andare in ricevitoria, ma è possibile visitare i siti di scommesse sportive online presenti in rete e provare ad azzeccare il pronostico.

Agli italiani piace l'azzardo tanto quanto piacciono le critiche sulle scelte tecniche effettuate, edizione per edizione, dai vari commissari tecnici della Nazionale. Anche Prandelli non è rimasto immune alle voci contrarie alle sue scelte sui pre-convocati. Le esclusioni di Toni e Gilardino bruciano parecchio, sia ai diretti interessati che ai tifosi. Ma nelle intenzioni del C.T. - come dichiarato in conferenza stampa - c'è la volontà di non dare alcun punto di riferimento in attacco. Due punte centrali come queste ultime, infatti, non sarebbero funzionali al gioco che ha in mente di mostrare in Brasile. Più utili alla causa i vari Rossi, Immobile, Cassano, Insigne e Balotelli, con Destro e Cerci che attendono conferme. 

Proprio SuperMario, il più discusso tra i giocatori di tutta la Serie A, ha dato adito a numerose polemiche circa la sua reale utilità in ambito azzurro. Il popolo si divide tra i sostenitori incalliti della punta milanista e i feroci detrattori, che lo criticano sin dai tempi in cui vestiva la maglia nerazzurra. Indolente, svogliato, testardo: sono solo alcune delle critiche mosse contro Mario Balotelli. Eppure la sua classe cristallina è sotto gli occhi di tutti. Certo, a giudicare da certe partite disputate nel Milan, l'impressione che Balotelli non dia il 100% in ogni occasione rimane sempre viva. Ma bisogna anche dire che l'italia, allo stato attuale delle cose, non può prescindere assolutamente dal suo contributo.

Potenza fisica, agilità e classe l'hanno contraddistinto sin da quando giocava nelle giovanili dell'Inter. Seedorf dal canto suo ha apprezzato, nelle ultime uscite con la maglia del Milan, il lavoro svolto da SuperMario, specialmente in fase di copertura. Di tutt'altro avviso il presidente Berlusconi, che lo vorrebbe come riferimento fissa là davanti. Prandelli valuterà a sua volta la collocazione più opportuna di uno dei talenti più puri del calcio italiano odierno. Bisogna dire però. che Balotelli ha sempre rimarcato come il suo sogno sia quello di sollevare al cielo la Coppa del mondo, e quanto impegno e voglia di vincere possa suscitare in lui indossare i colori azzurri. 

Nonostante la giovane età il ragazzo è già ben inserito nei meccanismi del calcio che conta. Ha avuto un'esperienza indimenticabile oltremanica, dove è stato uno dei protagonisti nella vittoria della Premiership con il Manchester City. Inoltre ha anche sollevato la Champions League, appena maggiorenne, in quella notte che i tifosi nerazzurri ricordano ancora con tanto piacere. Insomma, alla faccia di chi lo etichetta come immaturo, SuperMario ne ha già viste di cotte e di crude, senza dimenticare la storica doppietta in semifinale contro la Germania, che regalò all'Italia l'accesso alle finali del campionato Europeo del 2012

I dubbi rimangono, su questo non si discute, ma prima di puntare il dito contro Balotelli, sarebbe bene riconsiderare le aspettative che si ripongono nei suoi confronti. In un calcio dominato dai vari Messi, Ibrahimovich e Ronaldo, esempi di classe e diligenza, la figura del genio incompreso stona un pochino. Tuttavia saranno solo i Mondiali a dirci se dietro questa maschera da Giamburrasca non si nasconda il giocatore che può portare gli azzurri al trionfo.

Trovaci su Google+
ODIO PICCOLO
Powered by Web Agency
Powered by Web Agency

Aggiungi commento

Lo staff di OP si impegnerà ad analizzare il contenuto del commento e a cancellare eventuali commenti ritenuti sconvenienti. Evitiate quindi espressioni volgari o offensive.
Se per qualche motivo vi ritenete offesi scrivete a info@odiopiccolo.com indicando il commento e la motivazione.


Codice di sicurezza
Aggiorna

SUPERCLASSIFICA



odiopiccolo su facebook odiopiccolo su twitter odiopiccolo su youtube odiopiccolo su tumblr odiopiccolo su pinterest