Qualche valido motivo per passare a Montichiari un sabato sera da (fossa dei) leoni. Pagellozzo? Settimana prossima)

0
Fossa dei Leoni

Niente da fare ragazzi, questa settimana niente pagellozzo del nostro Pippo. Del resto è comprensibile: lo sciopero dei poligrafici della zecca di stato scozzese ha di fatto bloccato la produzione delle etichette bordate d’oro di Tennent’s super, e Pippo è rimasto senza ispirazione.
Abbiamo provato a fargli avere un Vhs della partita con il commento di Auro Bulbarelli e Franco Lauro, ma si trattava di un’Imola-Brescia d’essai, vietato ai minori di 14 anni ed il rischio di perderlo a titolo definitivo è stato veramente alto.
In serata per compensare gli abbiamo fatto recapitare una VHS-verità sulla truffa del mondiale del 1990 (cicciolina e moana mondiali) ed il nostro, di fronte a un film-denuncia, si è riavuto; ma oramai il danno era fatto.
Ce ne scusiamo con i nostri lettori.

Pippo tornerà, eccome se tornerà, non appena lo sciopero scozzese cesserà. Se volete perorare la sua causa, recuperate delle casse di Tennent’s e portatele al palaGeorge sabato prossimo alle 20,30 per il match con la Fortitudo.

Avete letto bene: PalaGeorge a Montichiari, indisponibile il San Filippo.

Si potrebbe cercare di riempirlo il PalaGeorge, come chiesto da coach Andrea Diana (7), il sommo traghettatore della formazione biancozzurra dopo la conquista di Imola (ma davvero quelli lì avevano i punti di Brescia ed hanno vinto a Treviso? No dai,cos’è? Scherzi a parte?). E tutto sommato questi ragazzi se lo meritano. Da Ludwig Van Holmes (8), che nel primo tempo stavamo pensando di imbarcare sul primo ferry boat in partenza da Cesenatico-salvo diventare l’eroe dalla serata, a Davide Bruttini (7,5) giocatore talmente efficace che la forza di gravità sta pensando di prendere un po’ di ferie in sua presenza sul parquet.
Pensate di non venire? Lo spiegate voi alla banda dell’est Europa Bushati (7,5) e Alibegovic (6): da due con un cognome simile io eviterei ogni discussione e fossi in voi mi presenterei invia Falcone a Montichiari con portafogli e chiavi della macchina in mano da consegnare.
Cosa si rischia in caso contrario?
Per quanto riguarda Bushati potete chiedete al malcapitato Anderson, ex capocannoniere del girone Est (da ieri sera) che oltre a una discreta botta, a una madre a cui ieri fischiavano le orecchie e a non averci capito nulla si è trovato a mettere 4 punti contro i 20 di media partita. E pare sia sparita la sua macchina dal parcheggio. Ma pure i ferri dei canestri del palaRuggi di Imola abbiano chiesto a un certo punto pietà. Sulle triple fatte a ignoranza di Alibegovic. Non perdiamoci in quisquilie: sabato al PalaGeorge bisogna venire perché Cittadini (7,5) e la Fossa dei Leoni (fuori concorso) scriveranno prima della partita un nuovo capitolo del libro cuore. Ma dopo la contesa sarà meglio tappare le orecchie dei piccoli di capitan Alessandro, perché dal settore ospiti potrebbero arrivare parole che nemmeno a Imola il povero Passera (7,5) si è sentito dire. Il tutto solo per aver giocato due anni fa mezza stagione alla meno peggio, in una squadra in cui anche gli zanzaroni avrebbero detto la loro. In serie A2. Non vorrete mancare a una nuova puntata della soap opera “bell’addormentato nel bosco Hollis (7 comunque)”, la storia di un giocatore talmente forte, ma talmente forte, che per manifesta superiorità vincerebbe anche a briscola chiamata mentre è in campo, ma sempre per la medesima ragione non riesce a concentrarsi troppo sul parquet e su qualche assist va in confusione pensando che urlare Briscola equivalga a una bimane. Poi ovviamente se non avete ancora visto fosforo Fernandez (7,5), potete disdire la prenotazione di sabato sera in pizzeria con karaoke. Per la pizza non sappiamo, ma per il karaoke potete sempre unirvi ai tifosi di casa. Se questo immancabile elenco di emozioni non vi fosse bastato, domani vi potrebbero suonare alla porta di casa  Speronello e Piantoni: gli spiccioli di campo avuti a Imola li hanno trasformati nella coppia ombra di Bushati ed Alibegovic.
Il rischio è alto.
Poi non ditelo che odiopiccolo non ve lo aveva detto !

 

About author

Alberto Banzola

Il direttore di odiopiccolo è Alberto Banzola, giornalista pubblicista, dal 2009 (solo per una mera questione di pigrizia). Ha cominciato per gioco nel 1998, assecondando un desiderio che aveva fin da bambino grazie a Fabio Tavelli, che in lui ha visto - e ci chiediamo come abbia fatto - del potenziale. Un po' “commesso viaggiatore” a livello internazionale, un po' giornalaio come dicono i suoi amici baskettari di sempre, è su questa barca dal primo giorno, a calmierare le folli idee di Vittorio Spunghi. Zob0n o Banzo o come vi viene da chiamarlo, dal 1998 ha collaborato con Elivebrescia.tv, Bresciapuntotv, Sportitalia, Number One Network, Teletutto, Gazzetta dello sport, Bresciaoggi, Radiovoce, Radio Montorfano, La Giornata Tipo, serieadilettanti.it, cremonabasket.it, basketnet.it; e tutt’ora a piede libero. Non si capisce il perchè.

No comments

Ops... questo forse ti è scappato!

depressione

Indovina chi viene a cena

Toc toc. VSV: Ma chi è che bussa? Mica siamo in una fiaba!. E suonate il campanello, Cristo. D: Sono la depressione, apri. VSV: Usti!! ...